Ponte sul Vomano, il sindaco di Castellalto contro la Provincia

TERAMO – Ponte sul Vomano: il sindaco di Castellalto, Vincenzo Di Marco, contro l’assessore provinciale Vagnoni alla vigilia dell’incontro che si terrà domani a L’Aquila per sbloccare l’iter dell’opera. L’incontro è stato richiesto da Vagnoni per fare chiarezza sulle due soluzioni progettuali, quella di un nuovo ponte più a valle e l’altra di una nuova struttura in sostituzione dell’esistente. Entrambe sono state elaborate dai tecnici dell’Ente di via Milli. La Provincia, com’è noto, ritiene realizzabile solo la seconda dato che per la costruzione di un ponte nuovo più a valle mancherebbero i fondi e perchè, per ottenere gli oltre 3 milioni di Fas, l’intervento doveva rientrare tra quelli classificabili a riduzione del rischio idraulico". Non così per il primo cittadino Di Marco che sostiene la fattibilità del progetto sostenuto dalle comunità di Castellalto e Cellino Attanasio". "Nessun rischio idraulico e nessun problema economico – spiega il sindaco – non facciamo proclami e appelli alla paura, perché nè Vagnoni e nè la Provincia hanno documenti che dicono questo. Siamo sicuri che la Regione approverà la realizzazione del secondo ponte più a valle perché, oltre ad essere inutile, il progetto attuale della Provincia dell’abbattimento e ricostruzione dell’attuale è anche dannoso per l’economia locale". Di Marco attacca anche l’Ente di via Milli per non aver promosso "un confronto vero e costruttivo" con le popolazioni locali e "ha sempre fatto della questione uno spot senza agganciarla alla realtà". "C’è voluta una raccolta di 3mila firme dei residenti – taglia corto il primo cittadino – su una proposta dei due Comuni per far tornare la discussione sui giusti binari e far sì che i 6 milioni di euro vengano investiti in maniera oculata e nell’interesse della comunità". 

Leave a Comment