Roseto, taglio del nastro per il nuovo Palabeach

ROSETO DEGLI ABRUZZI – Quattro campi di sabbia per praticare beach volley e beach tennis tutto l’anno. Taglio del nastro sabato pomeriggio alle 18 per il PalaVulcangas, l’impianto indoor di 1.100 metri quadrati realizzato nella zona industriale di Voltarrosto e sponsorizzato dall’azienda di distribuzione di Gpl. La struttura indoor, nata dalla riconversione di un edificio inutilizzato, ospiterà quattro campi polivalenti dedicati al beach volley e al beach tennis. L’iniziativa, unica nel suo genere in provincia di Teramo, nasce per volontà di Vittorio Budiani e di Marco Monticelli e Francesco Di Carlo, questi ultimi istruttori dell’Asd Beach Volley Roseto. I due allenatori federali organizzeranno nel nuovo Palabeach corsi di beach volley per adulti e bambini con lezioni durante tutto l’anno: i campi, infatti, sono completamente riscaldati per riprodurre l’esperienza della spiaggia d’estate in tutte le stagioni. Per i più piccoli sono previsti anche corsi in lingua straniera, propedeutici alla partecipazione a stage presso accademie e società estere. Il Palabeach, inoltre, ospiterà tornei di livello nazionale ed eventi durante tutto l’anno e, con la collaborazione con altre realtà sportive della zona, al suo interno saranno attivati anche corsi di beach tennis. I campi saranno sempre a disposizione di chi intende affittarli per giocare in maniera autonoma. Insieme alla pratica sportiva sarà dato spazio all’aspetto medico. Grazie alla partnership con la struttura sanitaria privata Radiosanit, vicina al Palabeach, sarà attivata una speciale convenzione che permetterà agli utenti e agli iscritti dei corsi di effettuare visite mediche specialistiche e percorsi di riabilitazione sfruttando la sabbia dei campi da gioco. Radiosanit, inoltre, lancerà il suo nuovo servizio di telemedicina: grazie ad apparecchiature e strumenti innovativi forniti da Aditech, azienda leader del settore, gli atleti impegnati sui campi saranno monitorati in tempo reale dagli specialisti del centro sanitario che riceveranno tutti i parametri fisici (per esempio l’attività respiratoria o quella cardiocircolatoria) connessi alla pratica sportiva.

Leave a Comment