Sant'Egidio, esenzioni e sconti sulla Tari per le fasce più deboli

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Agevolazioni sulla Tari, la tariffa sui rifiuti, per le fasce più deboli della popolazione a Sant’Egidio alla Vibrata. E’ questo il risultato del protocollo di intesa firmato da Comune, i sindacati dei pensionati (Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil) e le tre confederazioni provinciali Cgil, Cisl e Uil. L’accordo prevede l’esenzione totale sulla Tari per le persone ultrasettantenni e i nuclei familiari numerosi con reddito Isee inferiore a 6mila euro. Riduzione del 50% sulla tassa (sia nella parte fissa che variabile), invece, per gli stessi soggetti con reddito Isee tra 6mila e 10mila euro e i nuclei familiari in cui sia presente almeno un portatore di handicap o con invalidità civile del 100% ė prevista invece una riduzione del 50%. L’intesa include infine uno sconto del 20% per le sole utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici per l’utilizzo del materiale prodotto. Per l’accertamento delle condizioni reddituali che danno diritto all’esenzione e alle agevolazioni, il Comune si impegna ad adottare in tutti i regolamenti comunali il cosiddetto "Isee istantaeo" con il quale si terrà conto della situazione socio-economica dei nuclei familiari al momento della richiesta.

Leave a Comment