Castello della Monica al buio e ostaggio di erbacce e incuria

TERAMO – Il comitato per la promozione del Castello della Monica prende atto, con rammarico, del perdurare della situazione di abbandono in cui versa il Castello Della Monica, la cui facciata est e il cui ingresso principale furono illuminati, a cura e spese dei componenti del Comitato stesso, durante le feste natalizie dello scorso anno e nei successivi mesi primaverili. «L’impianto di illuminazione che avevamo realizzato – spiegano gli esponenti del comitato – installato e poi donato gratuitamente al Comune di Teramo in data 15 gennaio 2014, è tuttora inspiegabilmente spento. La vegetazione spontanea ha invaso ogni spazio all’esterno del Castello, rendendolo ormai invisibile a qualunque visitatore. Più e più volte abbiamo chiesto all’Amministrazione di voler indicare il motivo per il quale quei fari sono stati disattivati. E per il quale continuano ad esserlo, nonostante ormai da mesi ne abbiamo proposto la riaccensione infinite volte. Nessuna risposta è stata fornita al riguardo». Il comitato ricorda che la Giunta Municipale si è insediata il 27 giugno 2014, che siamo nel mese di ottobre e che nonostante il tempo trascorso, né dall’assessorato alla Cultura, né da qualunque altro ufficio comunale è stata fornita una risposta in merito. «Risposta che sarebbe invece stata gradita, non tanto per rispetto a questo Comitato, quanto per rispetto alla cittadinanza. Per la quale quell’impianto di illuminazione venne a suo tempo installato. Se avessimo avuto conoscenza dell’inerzia e della disattenzione dell’Amministrazione Comunale, così come si è palesata in relazione a tale problematica, avremmo certamente evitato di donare quei fari ad un Ente che pare disinteressarsi della cosa. Nella speranza di poter essere smentiti al riguardo, restiamo ancora una volta, per l’ennesima volta, in attesa che il Comune si decida ad intervenire. O quanto meno a fornire una spiegazione. Che a questo punto diventa doverosa».

Leave a Comment