Nella "Terra dei Briganti" la prima Borsa del prodotto locale

CORTINO – La "Terra dei Briganti" ospita la prima Borsa del prodotto locale. Si terrà sabato e domenica a Pagliaroli di Cortino la rassegna dedicata all’esposizione e alla vendita delle eccellenze enogastronomiche a "chilometro zero". La manifestazione si svolge nel cuore dei Monti della Laga, terra eletta tra il ‘500 e ‘700 a rifugio dei briganti. In programma anche il primo Festival del "saltarello" con canti della tradizione lungo i tratturi e la terza e edizione della Polentata, preparata con farina di mais biologico, seminato e raccolto a mano dalla pro loco di Pagliaroli. Il programma completo è stato presentato questa mattina in conferenza stampa al consorzio Bim.

IL PROGRAMMA – La manifestazione inizia sabato 11 ottobre con l’apertura degli stand alle 10.30. Alle 11 si terrà la tavola rotonda sul tema “I prodotti locali, la gastronomia e il brigantaggio”. Nel pomeriggio, alle 15, ci sarà la commemorazione dei Caduti al monumento Alpini di Cunetta . Alle 16, nell’area sportiva della frazione, seguirà l’incontro culturale su “La grande Guerra 1914-2014”, promosso dell’Associazione Nazionale Alpini (A.N.A.) in occasione del centenario. Alle 17.30 sarà la volta del concerto del Coro Alpino “Stella del Gran Sasso”. Dalle 20 ci si scatena invece con balli e canti popolari all’incalzante e magico ritmo del saltarello. Ad aprire il primo “Festival del Saltarello”, organizzato in collaborazione con l’Interamnia World Music. Si esibirà il duo Roberto Lucanero (organetto) e Marco Di Meo (voce e tamburello), tra i musicisti più apprezzati nel panorama della tradizione musicale marchigiana. Il Festival sarà introdotto alle 18 da una conferenza a cura di Lucanero per offrire alcuni cenni storici sul cosiddetto “ballo delle fate”. Tra gli ospiti del Festival, anche il gruppo “Lu Trainanà”, che nasce da un’accurata ricerca, a livello sociologico e antropologico, sugli antichi suoni della tradizione musicale popolare. Alle 20.30 si prosegue con la Compagnia Aquilana di canto popolare, che si esibirà in un repertorio di canti della tradizione raccolti lungo i tratturi, tramandati oralmente nei secoli dando vita ad inedite contaminazioni di musica e parole. Il Festival si avvale della direzione artistica di Danilo Di Paolonicola. Domenica la manifestazione prosegue con apertura degli stand alle 10. Alle 10.30 raduno e sfilata dei trattori d’epoca e, alle 12.30, partirà l’evento gastronomico “A tavola con i Briganti” con la terza edizione della Polentata nella Terra dei Briganti organizzata nell’ambito del 2° Memorial “Mimmo Paesani” (componente dell’associazione prematuramente scomparso). Sarà l’occasione per degustare un autentico e genuino piatto di una volta, frutto di un’intelligente operazione di recupero e messa in rete della coltivazione del mais nostrano, avviata dalla pro loco di Pagliaroli presieduta da Enrico Di Carmine. Alle 15.30  ci sarà la presentazione del libro “Mo se ne và lu sole” che racconta l’Abruzzo contadino degli anni ’50 nelle registrazioni di Elvira Nobilio, a cura di Omerita Ranalli (edizioni Squilibri). Alle 16 invece si esibirà l’Orchestra Popolare del Saltarello, con Morgan Fascioli (batteria) e Marco Di Natale (basso), ed esibizione di danze popolari a cura di Pamela Pingiotti. L’intera manifestazione sarà animata da gruppi folk itineranti.

L’evento si svolgerà anche in caso di maltempo, grazie all’allestimento di una tensostruttura coperta e riscaldata. Per il trasporto dei visitatori sarà attivo un servizio di bus navetta che partirà da piazza Garibaldi di Teramo nei giorni di sabato e domenica, con corse alle 10 e alle 15. Per Info: Pro Loco Pagliaroli: 348-534-8606; e-mail: prolocopagliaroli@libero.it;

 

Leave a Comment