Le nomine nelle partecipate nel nuovo consiglio provinciale

TERAMO – Si terrà il 27 novembre prossimo il consiglio provinciale. E’ sarà un’assise che dovrà decidere sulle nomine e sulle designazioni dei rappresentanti della Provincia presso enti, aziende e istituzioni, del nuovo piano di ridimensionamento scolastico e dell’offerta formativa, ma anche della variazione di bilancio per l’arrivo di 800mila euro dalla Regione per la manutenzione ordinaria delle strade e di oltre 400mila dal ministero dell’Istruzione per l’Istituto Agrario di Teramo. Importante il nodo delle designazioni, perchè l’atto di indirizzo per la prima volta prevede che i delegati agiscano su indirizzo e direttiva del presidente e dovranno avere esperienza e preparazione adeguate al ruolo; alla richiesta delle candidature sarà data ampia pubblicità attraverso i canali di comunicazione. Lo stesso rappresentante parteciperà alle sedute assembleari insieme al dirigente o al funzionario competente per materia e sarà tenuto a riferire al presidente sulle attività che sta svolgendo. «Principi di buon senso e, in apparenza scontati – spiega Di Sabatino – ma nella prassi, spesso, il collegamento fra nominati e ente non dà origine a quella collaborazione virtuosa e non formale che dovrebbe caratterizzare questo tipo di designazioni». Per quanto riguarda il piano di dimensionamento scolastico e l’offerta formativa, la proposta che arriva in consiglio è il frutto di una serie di riunioni svoltasi con i dirigenti scolastici, gli enti locali e gli insegnanti: i lavori del tavolo tecnico sono stati presieduti dalla vice presidente Barbara Ferretti che si è avvalsa della collaborazione del consigliere Piergiorgio Possenti.

Leave a Comment