Di Marco assegna le deleghe ai sindaci dell'Unione dei Comuni del Medio-Vomano

TERAMO – Vincenzo Di Marco, in qualità di presidente dell’Unione dei Comuni del Medio Vomano, ha distribuito oggi le deleghe agli altri sindaci che siedono in giunta. «Il lavoro che ci attende – ha detto Di Marco – dovrà portare questo ente a interpretare a pieno la riforma dell’associazionismo dei comuni, ed a promuovere quell’opera di razionalizzazione dei servizi sia in termini funzionali che economici a favore dei cittadini». Queste sono le deleghe assegnate: al sindaco di Canzano Franco Campitelli la vice-presidenza e la promozione del territorio e digitalizzazione e informatizzazione dei servizi dell’Unione dei Comuni, al sindaco di Cellino Attanasio Giuseppe del Papa l’ambiente e organizzazione e la gestione dei servizi di raccolta differenziata dei rifiuti, al sindaco di Penna Sant’Andrea Severino Serrani il personale, il bilancio e i tributi, al sindaco di Cermignano Santino Di Valerio le politiche sociali e la gestione del Piano di Zona dei servizi alla persona, al sindaco di Basciano Paolo Paolini la polizia locale e le attività di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi. «Anche se si tratta di un ente giovane nato solo qualche anno fa – ha detto Di Marco – il nuovo organo potrà contare su numeri importanti di oltre 20mila abitanti che si raggiungeranno con l’entrata del Comune di Morro D’Oro tra qualche giorno. Un ente che ha delle relazioni strategiche consolidate e da consolidare, che lo vede insistere in un baricentro sociale, economico, culturale e turistico, in grado di collegarsi velocemente con il capoluogo Teramo, essere la porta di accesso da l’Aquila e da Roma con l’uscita della A24 e, generare relazioni virtuose con i grandi centri dell’Adriatico».

Leave a Comment