Scritte contro Salvini e colla alle porte allo Stonehenge

TERAMO – Per manifestare il loro dissenso contro la politica e l’atteggiamento del leader della Lega, Matteo Salvini, hanno danneggiato il muro e incollato le porte di ingesso del locale pubblico dove spesso i simpatizzanti della Lega si riuniscono e dove domani sera è in programma la cena inaugurale del movimento. E in un certo senso l’episodio, su cui adesso indaga la Digos della questura di Teramo, hanno ‘salutato’ l’arrivo in Abruzzo del leader politico, previsto per giovedì prossimo a Roseto. I vandali hanno preso di mira il noto ristorante Stonehenge, a Piano d’Accio di Nepezzano. La scorsa notte scritte contro Salvini e le porte sigillate con la colla sono state rinvenute dai titolari dell’esercizio pubblico che non ha potuto far altro che intrervenire per sbloccare gli  ingressi e cominciare a pulire le mura, oltre che denunciare l’episodio. Qualcuno nottetempo ha scritto la frase "Mai con Salvini. Lega razzista e ladra" contro il muro principale a fianco all’ingresso del locale.

Sull’episodio sono intervenuti i portavoce del movimento, quello regionale Domenico Graziani e quello provinciale Emidio Di Giandomenico, definendolo "ennesimo attacco alle idee". «La viltà di pochi ha provocato danni  al ristorante Stonehenge dove è in programma la cena inaugurale dell’Associazione "Abruzzo con Salvini". Un atto tanto basso, non può essere giustificato per nessuna ragione men che meno da una non condivisione delle nostre idee e programmi che, sono diretti a riformare la mala politica e a cambiare il sistema burocratico ed Europeista, che tanto ci ha penalizzato. Spesso veniamo accusati a livello locale e nazionale di essere xenofobi e razzisti ma, anche dai recenti accadimEnti emerge il contrario. Il chiaro segnale intimidatorio – conclude la nota del movimento locale -, non ci fermerà ma ci rafforza nella convinzione che la direzione intrapresa è quella corretta».

 

Leave a Comment