M5S accusa il sindaco: «Pericoloso riaprire le palestre»

TERAMO – A partire da oggi sono state riaperte le palestre Mazzini e della Casa dello Sport grazie al decreto Milleproroghe che ha consentito di posticipare i tempi di adeguamento alle nuove normative di sicurezza degli impianti. Fabio Berardini, consigliere comunale del Movimento 5 stelle si attribuisce comunque il merito di aver posto al centro dell’attenzione pubblica il problema della sicurezza degli impianti sportivi ma si dichiara anche perplesso dall’autorizzazione concessa dal Comune. «Come può il sindaco – dichiara il consigliere pentastellato – avrebbe il coraggio di permettere a decine e decine di bambini di allenarsi in luoghi dove non è mai stata fatta della manutenzione e dove non ci sono le minime condizioni di sicurezza prescritte dalla legge?». Berardini ritiene «assurda e pericolosissima» la decisione del sindaco: «Un buon amministratore dovrebbe in primis garantire la sicurezza per gli utilizzatori degli impianti sportivi e quindi riaprire le strutture solo una volta completati i lavori di messa a norma». Berardini, domandandosi come mai fino a oggi le scuole hanno utilizzato impianti chiusi e senza riscaldamento, ritiene necessario conoscere dal sindaco «quali interventi di messa a norma ci sono da effettuare in questi impianti, chi li eseguirà e soprattutto quale sarà la tempistica, visto che i genitori dei ragazzi hanno il diritto di sapere in che tipo di impianto stanno lasciando i propri figli». L’occasione è utile l Movimento 5 Stelle teramano per chiedere anche «un regolamento per la gestione degli impianti sportivi, che garantirà a tutti la possibilità di poter usufruire degli impianti secondo dei criteri ben precisi e che darà, inoltre, la possibilità di poter accedere ai fondi regionali per le manutenzioni»

Leave a Comment