Schiacciato da una pressa a scuola, muore bidello ad Avezzano

AVEZZANO – E’ morto durante il trasporto in ospedale, per le gravi ferite riportate, il bidello schiacciato da una pressa mentre lavorava nell’Istituto per Geometri di Avezzano. La pressa che ha schiacciato il bidello all’Istituto per Geometri, Leon Battista Alberti di Avezzano – secondo una prima ricostruzione – era stata spostata all’esterno per lavori eseguiti in seguito al sisma, e Alvaro Pirolo, 55 anni, l’uomo rimasto ucciso nell’incidente, la stava riportando all’interno di una sala. L’incidente – a quanto si è appreso – sarebbe avvenuto al momento di caricare la pressa su un muletto a mano che sarebbe servito a trasportarla. Nel caricarla si sarebbe inclinata schiacciando l’uomo. La vittima era una persona molto conosciuta ad Avezzano così come la sua famiglia. Il fratello, Euclide, è titolare di un ristorante in città. Dal sindaco, Giovanni Di Pangrazio, giunto sul posto appena ricevuta la notizia, è arrivato il cordoglio da parte di tutta l’amministrazione comunale: «Conosco la famiglia. Sono sconvolto. Era una persona solare e generosa. Un serio lavoratore». Pirolo lascia moglie e tre figli. La sorella, Annamaria, raggiunta telefonicamente ha il grande rammarico di non averlo potuto salutare: «Proprio oggi che non l’ho visto. Ho saputo la notizia dai suoi tre figli», ha detto chiudendo la conversazione tra le lacrime.

Leave a Comment