Black out, Tancredi (Ncd) interroga Guidi: «Colpe di Enel e Terna?»

TERAMO – Il deputato teramano Paolo Tancredi interviene sull’emergenza luce e sui disservizi creati dall’Enel, con una interrogazione al ministro Guidi, per verificare se ci sono state «eventuali responsabilità di Ene e Terna». «Sui disagi e le disfunzioni del servizio elettrico che hanno colpito l’Abruzzo, a seguito della violenta ondata di maltempo, è necessario fare presto chiarezza». L’iniziativa parlamentare del capogruppo di Ncd in Commissione Bilancio alla Camera, è per «verificare se ci sono state violazioni della regolazione del settore e quali iniziative il Mise intenda adottare anche nel caso si ravvisassero i presupposti per interventi di natura sanzionatoria».«Ricordo infatti che nell’occasione sono state coinvolte le province di Teramo, Chieti e Pescara e parzialmente la provincia dell’Aquila, tutte duramente colpite da forti venti e da nevicate a quote medio-basse. Si è arrivati addirittura – precisa Tancredi – al picco massimo di 146mila utenti disalimentati, con i disservizi che hanno interessato sia la rete di trasmissione gestita da Terna, sia le reti di distribuzione Enel. Da almeno dieci anni non si verificava una situazione analoga. Da qui la necessità di accertare le rispettive responsabilità con riferimento all’adempimento degli obblighi di servizio e all’adeguatezza dei piani di emergenza in vigore», conclude il parlamentare di Ncd.

Leave a Comment