Sagre, Confcommercio e Pro loco varano il primo regolamento: "Basta confusione"

TERAMO – Le rispettive giunte della Confcommercio e dell’Upli (Unione pro loco d’Italia) di Teramo hanno approvato il Regolamento Sagre. "E’ da intendersi Sagra la manifestazione enogastronomica di qualita’, nella quale le preparazioni somministrate al pubblico, siano l’espressione dell’autenticita’ delle produzioni locali e delle tradizioni enologiche, gastronomiche e culturali del territorio di appartenenza – dispone il nuovo regolamento. Valorizzare, ciascuno secondo i propri ambiti di competenza ed operando anche in sinergia, le peculiarita’ e le risorse del territorio, le produzioni tipiche agricole e agroalimentari, e quelle tradizionali dell’artigianato e dell’enogastronomia, in modo integrato con il turismo sostenibile e favorendo la fruizione consapevole dei patrimoni locali. Sviluppare e consolidare le relazioni e le opportunita’ di collaborazione fra le associazioni, le Pro Loco e i produttori locali e operatori di altri settori (es.commercio, ristorazione) e le associazioni locali competenti, per l’esposizione, l’utilizzo e la promozione dei prodotti locali che consentano, nel rispetto delle rispettive competenze, di aumentare l’efficacia delle azioni intraprese per la promozione delle tradizioni rurali, culturali, turistiche locali al fine di creare valore aggiunto per il territorio". Con questo strumento si eviteranno d’ora in avanti polemiche e confusioni visto le sagre si sono trasformate in occasione di business per qualcuno senza valorizzare il territorio.

Leave a Comment