Il Piano sociale integrato sarà presentato a Tortoreto venerdì dall'assessore Sclocco

TERAMO – Le nuove frontiere dell’integrazione socio-sanitaria nella programmazione regionale: dalle sperimentazioni all’implementazione di soluzioni. Un convegno, quello organizzato da Giandomenico Pinto, Responsabile del Distretto Sanitario di Base “Val Vibrata” della Asl di Teramo, che sarà l’occasione per conoscere le nuove strategie regionali sull’integrazione socio-sanitaria. Lo comunica in una nota l’ufficio stampa della Asl di Teramo. L’evento, che si terrà venerdì 19 giugno all’Acquapark Onda Blu di Tortoreto Lido, secondo gli interventi previsti in scaletta, promette di svelare in anteprima regionale il nuovissimo “Piano Sociale Integrato” che sarà presentato proprio dall’Assessore Regionale alle politiche sociali, Marinella Sclocco. Un’occasione importante, dunque, secondo il comunicato stampa, che vedrà anche la presenza del Presidente della Regione Luciano D’Alfonso e dell’Assessore Regionale alla Sanità, Silvio Paolucci. L’integrazione socio-sanitaria è un tema da sempre a cuore del Presidente D’Alfonso che, nella riorganizzazione regionale appena compiuta, ha creato un vero e proprio Dipartimento, quello della “Salute e Welfare” che ha il compito specifico di realizzare l’integrazione. Fino ad oggi, infatti, i Servizi Sociali, ricorda la Asl di Teramo, e quelli Sanitari si presentavano come due settori distinti che, in quanto tali, incontravano non poche difficoltà ad integrarsi. Eppure, con i cambiamenti occorsi nella società, è sempre più evidente quanto i problemi di salute delle persone siano fortemente interrelati con quelli di natura sociale. Persone anziane, famiglie mononucleari, solitudine, nuove povertà, difficoltà logistiche, richiedono il superamento della frammentazione dei servizi che non riescono più a soddisfare i bisogni della popolazione.

Leave a Comment