Anche a Pineto un drone scoverà i furbetti dei rifiuti

TERAMO – Anche a Pineto sarà un drone a fare la sentinella contro i deturpatori dell’ambiente. Un drone infatti sorvolerà tutto il territorio di Pineto per contrastare i reati ambientali. È il frutto dell’accordo tra il Comune e l’associazione Guardie Ambientali Italiane. Il drone sarà accompagnato anche da due fototrappole che saranno posizionate nei luoghi sensibili del territorio cittadino, e che scatteranno foto in tempo reale, giorno e notte, a chi andrà a scaricare illegalmente rifiuti. "Le guardie del Gadit saranno uno strumento eccezionale che ci permetterà di contrastare i reati ambientali su tutto il nostro territorio e che coadiuveranno la nostra Polizia Locale", ha commentato l’assessore Mongia.  Il pattugliamento del Gadit, le cui guardie giurate sono riconosciute dal Ministero dell’Ambiente, avverrà anche sotto la pineta, per controllare il rispetto delle norme. "Sono fiero della collaborazione avviata con un comune come quello di Pineto, attento alle tematiche ambientali, per prevenire i reati ambientali e zoofili, e ringrazio l’Amministrazione e la Polizia Locale per la fiducia e la sensibilità", ha dichiarato il presidente dell’associazione Gadit Gaetano Ercole.
"Pineto ha un territorio meraviglioso, e dobbiamo tutelarlo da quegli incivili che non si rendono conto delle conseguenze delle loro azioni", è stato il commento dell’assessore all’Ambiente Traini. "Se da una parte è fondamentale sensibilizzare, dall’altro vogliamo anche punire coloro che contravvengono alle leggi – ha proseguito l’assessore Traini – perché una maggiore qualità dell’ambiente significa una migliore qualità della vita per cittadini e turisti". Nel corso dell’estate, le guardie si concentreranno sulla pineta e sul litorale, mentre nel medio periodo, anche attraverso il drone, il pattugliamento si allargherà a tutto il territorio e ai corsi d’acqua, per controllare anche l’eventuale presenza di scarichi abusivi.  "La stragrande maggioranza dei pinetesi sono persone che ormai hanno una spiccata sensibilità verso il rispetto dell’ambiente – ha rimarcato l’assessore Mongia – ma purtroppo c’è qualcuno che pensa di poter fare il furbo. È contro questi incivili che bisogna andare, contro coloro che abbandonano i rifiuti, che non raccolgono gli escrementi dei loro cani, e che pensano di poter sporcare il territorio in maniera impunita. Contro di loro ci sarà tolleranza zero".

Leave a Comment