Teramo Vivi Città bacchetta la Asl

TERAMO – Sono passati decenni da quando una buona legge ha previsto i parcheggi riservati alle auto dei diversamente abili. Ma chissà quanto tempo ancora ci vorrà perchè la buona legge diventi una cosuetudine condivisa da tutti. Questa volta nell’errore di occupare un posto riservato ad altri c’è capitato un dipendente della Asl di teramo e con un’auto di servizio. Ecco che cosa ne pensa Teramo Vivi Città, che ha scoperto e fotografato il fatto. "La AUSL di Teramo sulla carta ha indubbiamente dei buoni propositi ma nei fatti spesso da il pessimo esempio. Auto di servizio della AUSL parcheggiata nello spazio riservato ai diversamente abili nella sede dell’azienda sanitaria di via Circonvallazione Ragusa a Teramo. Un pessimo esempio, un atto di inciviltà che appare ancora più vergognoso se a commetterlo è un dipendente della stessa azienda che dovrebbe aiutare chi soffre. A cosa serve la finta generosità della AUSL di mettere un parcheggio riservato agli utenti diversamente abili su una zona privata se poi la stessa AUSL li occupa vietandoli di fatto a chi ne ha bisogno? E’ proprio vero che per certe persone la faccia tosta è una condizione naturale. Teramo Vivi Città auspica che coloro che si prendono il parcheggio riservato ai diversamente abili abbiano la dignità di prendersi anche l’invalidità che costringe un diversamente abile a sentirsi ogni giorno sempre più emarginato".

 

Leave a Comment