Pineto ricorre al Tar contro la chiusura, dal 7 settembre, dell'ufficio postale di Mutignano

PINETO – Dopo la sospenzione accordata dal Tar dell’Aquila al Comune di Roseto che si oppone alla chiusura degli uffici postali di Montepagano e Cologna paese, è la volta di Pineto di opporsi ad altre chiusure. La Giunta comunale di Pineto ha deliberato il ricorso al Tar contro la prevista chiusura dell’ufficio postale di Mutignano. La decisione è arrivata dopo la nuova comunicazione da parte di Poste Italiane, che ha annunciato di voler chiudere l’ufficio dal 7 settembre prossimo, in base ad un riorganizzazione che coinvolge l’intero territorio nazionale.  "Stiamo seguendo la questione passo passo e faremo tutto quanto in nostro potere per scongiurare la chiusura totale dell’ufficio postale di Mutignano", ha commentato l’assessore al Borgo antico Gabriele Martella. "In questi mesi ci siamo tenuti costantemente in contatto con l’Anci Abruzzo, che ci ha fornito una grande assistenza – ha proseguito l’assessore – Siamo consapevoli che Poste Italiane è ormai un’azienda privata a tutti gli effetti, che tra l’altro sbarcherà tra poco in Borsa, ma d’altro canto svolge anche un importante servizio pubblico soprattutto nelle piccole realtà come Mutignano". In particolare, secondo il ricorso la chiusura dell’ufficio del Borgo non rispetterebbe i parametri previsti dal Decreto ministeriale del 2008 tra popolazione residente e distanza dall’unico ufficio che rimarrebbe, vale a dire l’ufficio di Pineto centro.

Leave a Comment