Tragedia del cavalcavia, l'autopsia slitta alla prossima settimana

TERAMO – Slitta alla prossima settimana e molto probabilmente non sarà effettuata prima che si conoscano i risultati degli esami tossicologici e del Dna, l’autopsia sui poveri resti della donna maciullata dai mezzi in transito lungo l’autostrada A14, tra Giulianova e Mosciano. In attesa che i test clinici e genetici confermino che quei resti appartenevano effettivamente alla diciannovenne di Tortoreto che i genitori avrebbero riconosciuto da una scarpa, il pm Irene Scordamaglia ha effettuato oggi sopralluoghi e verifiche sia sul luogo della tragedia che a Tortoreto, negli ambienti che la ragazza frequentava, a cominciare dal posto di lavoro che è stato l’ultimo punto dove è stata vista in vita. Ci sono da ricostruire le ultime ore di vita, soprattutto capire come e con chi abbia raggiunto il cavalcavia della provinciale 262 per Montone, che sovrasta l’autostrada e dal quale è precipitata sulla carreggiata trafficata. E’ presumibile quindi che il magistrato voglia riservare grande importanza all’esame autoptico, pur nella difficoltà tecnica di esecuzione, considerato lo stato in cui sono ridotti i resti. L’autopsia sarà affidata all’anatomo-patologo Gina Quaglione. 

Leave a Comment