Prende a calci e pugni i poliziotti in piazza Martiri

TERAMO – E’ stato un "Capodanno di fine estate" riuscito quello organizzato ieri sera in piazza Martiri che ha vissuto anche un episodio di cronaca fuoriprogramma. Verso le 3, V.G., 24enne teramano, al passaggio di una volante della polizia di Stato, in servizio di controllo e prevenzione per la manifestazione, ha cominciato a inveire contro i poliziotti con minacce di morte. Alla richiesta di fornire documenti ha tentato di allontanarsi dinanzi a numerosi testimoni. Bloccato dagli agenti, ha ingaggiato con loro una colluttazione per divincolarsi con calci e pugni, procurando ad un poliziotto ferite lacero contuse al volto e ad un ginocchio. La sua ‘bravata’ è finita in questura a tarda notte: è stato arrestato per minaccia grave, oltraggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e ubriachezza molesta.

Leave a Comment