Team, dopo lo sciopero l'azienda annuncia il ripristino dei turni da 6 ore

TERAMO – La Teramo Ambiente ha confermato il contenuto dell’accordo verbale raggiunto con i sindacati alla vigilia delle due giornate di sciopero dello scorso 15 e 16 settembre, annunciando il ripristino delle 6 ore di turno giornaliero dal prossimo 28 settembre. Lo annunciano i sindacati unitari Cgil, Cisl, Uil e Fiadel Trasporti in una nota in cui esprimono «profonda soddisfazione rispetto all’esito dello sciopero, che ha premiato la coerenza dei lavoratori». La comunicazione, arrivata questa mattina da parte di Team ai sindacati, tra l’altro porta indietro "l’orologio" dell’accordo di tre giorni: in precedenza infatti, l’impegno era che il ripristino della turnazione a 6 ore sarebbe scattata dal 1° ottobre, mentre l’annuncio adesso fissa al 28 settembre questo nuovo orario. Sembra che qualcosa si sia sbloccato davvero all’interno dell’azienda municipalizzata sul piano dei rapporti sindacali, perchè la Team stessa ha fissato al prossimo 30 settembre una riunione con i rappresentanti sindacali per affrontare le altre questioni che sono state alla base dello sciopero, e cioè piano ferie, misure di sicurezza sul lavoro e prevenzione. «Ci si augura – si legge nella nota dei sindacati – che si possano ripristinare le condizioni per corrette relazioni: i prossimi incontri serviranno a verificare se il Cda della Team si rivelerà realmente un interlocutore monolitico». Il riferimento è chiaro: finora Cgil, Cisl, Uil e Fiadel Trasporti avevano lamentato un atteggiamento irritante da parte dell’amministratore delegato della Teramo Ambiente, Ranalli, e avevano invitato più volte sia il presidente Bozzelli che il sindaco Brucchi a una più evidente presenza della parte pubblica dell’azienda.

Leave a Comment