Nasce il comitato ristretto dei sindaci per i rifiuti

TERAMO – Come per la sanità, adesso anche per il settore rifiuti nasce un Comitato ristretto di sindaci. Lo ha istituito la Provincia, dando seguito al deliberato assembleare dei primi cittadini del 21 aprile scorso, con l’avvio della raccolta delle adesioni. Il compito dell’organismo istituzionale sarà quello di elaborare una proposta sulla gestione dei rifiuti nel sub-ambito provinciale così come previsto dalla legge regionale. Al Comitato – che sarà presentata nella prossima assemblea provinciale del 24 settembre – saranno invitati a partecipare i sindaci dei Comuni di Teramo, Montorio, Roseto, Giulianova, Notaresco, Atri, Pineto, Silvi, Colonnella e Sant’Egidio. Un tavolo tecnico è già al lavoro dal mese di aprile per ultimare una ricognizione sui quattro Consorzi esistenti (con una verifica della situazione patrimoniale, economica e finanziaria delle società dei consorzi pubblici e a partecipazione pubblica). «La sentenza di fallimento del Cirsu – ha commentato il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino – è un elemento nuovo rispetto al percorso che comunque avevamo già delineato, ora abbiamo bisogno di accelerare rispetto ad una linea che era stata concordata anche con la Regione: se i sindaci ragionano sugli obiettivi comuni si può uscire da una situazione particolarmente complessa mantenendo e rilanciando il ruolo dell’azienda unica a totale partecipazione pubblica».

Leave a Comment