A Pontedera il Teramo deve ritrovarsi squadra

TERAMO – (jacopodifrancesco) La sconfitta di Ancona brucia ancora, per questo la trasferta in Toscana (a Pontedera contro il Tuttocuoio) assume un significato pesante, sarà necessaria una risposta sul piano del gioco portando comunque a casa 3 punti. «Dobbiamo fare meglio in fase di sviluppo, alzare la convinzione», questo il monito del mister biancorosso, che fa notare anche come tutte le squadre abbiano le proprie contromisure, poi sta al Teramo giocare in maniera «meno individuale». Parole chiare e forti, non una novità da parte del condottiero di Ari, per niente sorpreso dalla condizione fisica non sufficiente per tre partite in una settimana. Quanto all’avversario, definisce il Tuttocuoio «una squadra che tende a giocare, che ha nel regista Caponi il suo fulcro». I neroverdi, reduci dal soddisfacente ottavo posto dell’anno scorso, hanno solo due punti, dopo la sconfitta di domenica scorsa a Carrara. In estate hanno aggiunto vari elementi, tra cui il colpo Shekiladze dal Latina, ma la buona ossatura della squadra è rimasta intatta. Ancora indisponibile Cenciarelli (non è stato convocato per la trasferta), probabile la conferma di Cecchini al posto di D’Orazio, stesso discorso per Moreo e Le Noci, con il primo sicuramente più inserito. È un momento duro soprattutto fisicamente, e non finirà certo con una vittoria; ma questi ragazzi ci hanno già dimostrato di non mollare mai.

Leave a Comment