Fratelli d'Italia: «Coalizione senza prospettiva di consenso»

TERAMO – Lo strappo in consiglio comunale della componente di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, è stata ufficializzata in un comunicato stampa a firma del capogruppo in consiglio, Micheli, e dei coordinatori provinciale, Fabrizio Fornaciari, e regionale, Giandonato Morra. Ecco il testo integrale:

«Il Gruppo Consiliare Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, in accordo con i coordinatori provinciale e regionale, annuncia la propria uscita dalla maggioranza della governance del Comune di Teramo.
La decisione, oramai irremovibile, è giunta dopo innumerevoli segnali dati da Fratelli d’Italia in merito ad argomenti che, nonostante l’importanza degli stessi, sono stati sistematicamente ignorati da parte della maggioranza comunale creando così non pochi disagi nella percezione di unità di intenti che ogni buona amministrazione dovrebbe avere.
Fratelli d’Italia – AN, solo per ricordarne alcuni, non ha partecipato al voto per l’aggiudicazione del bando TeAm.
Fratelli d’Italia – AN, ha avuto un atteggiamento chiaro e vicino alla problematica non trascurabile dei disabili che si sono visti ridurre i già esigui diritti a loro riservati.
Fratelli d’Italia – AN, ha costantemente rappresentato le difficoltà che la città di Teramo vive da diversi anni, posizioni che, altrettanto costantemente, sono state sottovalutate in nome di priorità ben lontane dalla realtà e dagli interessi dei cittadini.
Le valutazioni di FdI – AN, rigurdano la condotta politica della maggioranza al Comune di Teramo che mal si combina con la linea sociale del partito che FdI rappresenta e che, come già detto innumerevoli volte ma di importanza assoluta, trova il suo fondamento nell’annullamento dei disagi sociali, nella vicinanza e nell’ascolto delle esigenze della comunità che amministra.
Principi disattesi sitematicamente dall’amministrazione Brucchi che non conosce il concetto di confronto politico e pertanto non ha e continuerà a non avere una prospettiva di consenso, fiducia e crescita.
Quindi, alla luce di tale incolmabile distanza, il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia – AN del Comune di Teramo ritenendo che il comportamento di questa amministrazione non è più conciliabile con l’orientamento di una Destra partitica e sociale, ha deciso di lasciare una maggioranza diventata totalmente incompatibile con la linea intesa e perseguita.
Fratelli d’Italia – AN dichiara infine che,  per tali motivi e per le elezioni future, potrebbe presentarsi autonomamente, sotto l’unico simbolo che la contraddistingue nella coerenza e nel rispetto della propria linea politica».

Leave a Comment