Droga, rom e teramani nella banda arrestata dalla squadra mobile

TERAMO – Quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere per traffico di sostanze stupefacenti. È il bilancio di un’operazione condotta dalla squadra mobile della Polizia di Stato di Teramo, con il coordinamento del pm Greta Aloisi, ed illustrata questa mattina dal Procuratore capo Antonio Guerriero e dal vicequestore Gennaro Capasso, che hanno sottolineato come le indagini, durate sei mesi, abbiano permesso di sgominare un vasto traffico di droga tra hashish e cocaina che interessava soprattutto i comuni di Corropoli, Controguerra, Sant’Omero, Mosciano, Bellante e Martinsicuro. Traffico gestito da rom e teramani, che si rifornivano da albanesi e marocchini. «Le indagini, partite da alcune segnalazioni e condotte con pedinamenti ed intercettazioni, hanno permesso di svelare plurime condotte finalizzate alla commercializzazione di stupefacenti – ha sottolineato Guerriero, aggiungendo come il fenomeno avesse creato un forte allarme sociale tra la popolazione e come in totale siano coinvolte nove persone di cui cinque denunciate a piede libero. Ulteriori dettagli sono stati forniti dal vicequestore Gennaro Capasso che ha sottolineato come durante le indagini «siano state arrestate altre sei persone in flagranza , con il sequestro di oltre un chilo e mezzo di hashish e di 150 grammi di cocaina».

Leave a Comment