Del Turco, pena dimezzata in Appello

TERAMO – Quattro anni e due mesi, in Appello all’Aquila per Ottaviano Del Turco in merito all’inchiesta sulla Sanitopoli abruzzese. L’ex Governatore della Regione Abruzzo, il 22 luglio 2013, era stato condannato a 9 anni e mezzo in primo grado. L’arresto del luglio 2008 decapitò la Giunta di centrosinistra. La Procura generale, guidata da Ettore Picardi, aveva chiesto la riduzione della condanna per Del Turco a 6 anni e mezzo, chiedendo nel complesso sconti di pena anche per tutti gli altri indagati eccellenti. Il Collegio della Corte d’Appello è guidato dal presidente Luigi Catelli, con i magistrati Armanda Servino e Luigi Cirillo. In mattinata è toccato agli ultimi difensori e al termine delle arringhe il collegio si è riunito in Camera di consiglio verso le 11. Il processo di primo grado al Tribunale di Pescara si era concluso il 22 luglio 2013 (cinque anni dopo gli arresti). Al centro della vicenda 5,5 milioni di euro di presunte tangenti versate, per sua stessa ammissione, dall’ex patron della sanità privata abruzzese Vincenzo Maria Angelini in misura diversa agli imputati. Lo stesso Angelini era imputato e testimone-chiave dell’accusa. Fu per Del Turco la condanna più pesante: 9 anni e mezzo per i reati di associazione per delinquere, corruzione, concussione, tentata concussione e falso.

Leave a Comment