La Giunta respinge le proposte della petizione sulla Team

TERAMO – Il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi, dopo avere incontrato nei giorni scorsi le due consigliere comunali Paola Cardelli e Maria Cristina Marroni, promotrici di una petizione sulla modifica della delibera consiliare relativa all’approvazione dei criteri generali relativi all’espletamento della gara a doppio oggetto per la scelta del socio operativo della Te.am. s.p.a. e dei relativi contratti di servizio, ha incontrato questa mattina i capigruppo consiliari di maggioranza,per una ulteriore valutazione della stessa. "Il principio che ha dettato l’incontro – si legge in un nota dell’ufficio stampa del Comune – è quello del grande rispetto per i cittadini che hanno firmato, aggiunto alla volontà di continuare a ridurre la Tari, sul solco di quanto già realizzato negli anni passati, e da ultimo attestato anche dal quotidiano il Sole24 ore con l’indagine pubblicata lo scorso 9 novembre. Il contenuto di quanto chiesto con la petizione è giù parte integrante della delibera approvata lo scorso 27 agosto. In particolare per ciò che attiene la sperimentazione del sistema di tariffazione puntuale, è stato ribadito che paiono congrui i 18 mesi indicati, mentre risultano incongrui i 3 mesi proposti, proprio per la complessità della questione. Il lavoro dell’amministrazione è stato e sarà, comunque, sempre teso alla diminuzione della tariffa. Dalle valutazioni politiche si è quindi passati a quelle tecniche. E’ così emerso che le proposte contenute nella petizione non sono accoglibili, in parte perché la normativa prevede espressamente condizioni diverse da quelle prospettate e in parte perché quanto richiesto e già previsto appunto, nella delibera stessa".

Leave a Comment