Banda di ladri assalta il Centro commerciale ma la vigilanza fa fallire il colpo

TERAMO – Fallito colpo notturno al centro commerciale Gran Sasso a Piano d’Accio. Una banda formata da almeno sei persone ha tentato di scardinare il bancomat della Carichieti all’interno della struttura commerciale, usando come ariete una monovolume con cui hanno cercato di farsi strada per superare le vetrate d’ingresso. I ladri non avevano fatto i conti con una squadra di operai che sta lavorando in turni notturni per l’allestimento di un nuovo punto vendita e con una efficeiente sala operativa di controllo del centro, gestita dal personale della Vigilantes Group. L’allarme  stato infatti immediato e la banda è stata costretta a una precipitosa fuga a bordo di due macchine nella zona circostante. Il colpo era stato pianificato per le 3 circa della scorsa notte. Con la monovolume metà della banda ha forzato il cancello d’ingresso che dà sul cortile dell’uscita di sicurezza a ovest del Centro commerciale, situata proprio a fianco del Bancomat. A coprire il lavoro dei ladri, un ‘palo’ a bordo di una Fiat Fiorino di colore bianco (con targhe coperte), in sosta nel parcheggio del vicino bar. Il primo mezzo ha sfondato l’uscita di sicurezza e poi ha provato a fare altrettanto contro il Bancomat all’interno del ‘corridoio’ del centro commerciale. Ma le telecamere avevano già messo in moto il sistema di pronto intervento e mentre gli operai, basiti da quanto stesse accadendo, hanno cominciato a urlar eper far desistere i ladri, in pochissimi minuti sono intervenuti i vigilantes e una pattuglia dei carabinieri. La banda ha dovuto desistere e si è allontanata fuggendo con i mezzi attraverso le campagne di fianco alla Teramo-Mare, danneggiando anche le strutture del vicino campo di ‘paint-ball’. Secondo quanto ricostruito, l’obiettivo dei ladri oltre al bancomat – caricato venerdì sera e per oltre la metà già vuoto – c’era forse anche la vicina cassa continua dove i negozi scaricano gli incassi delle giornate e particolarmente ‘ricco’ nel week end.  

Leave a Comment