Il Comune di Montorio approva il bilancio e il risanamento del debito da 15 mln di euro

TERAMO – Il Comune di Montorio ha approvato, nel corso dell’ultima seduta consigliare, l’assestamento generale al Bilancio 2015. Sergio Rossi consigliere comunale delegato al Bilancio ha spiegato come la gestione corrente sia già gravata dal fardello dell’indebitamento per i mutui stipulati in passato per la realizzazione di opere pubbliche, il cui debito residuo ammonta a circa euro 15 milioni e per il cui rimborso si rende necessario mettere a disposizione circa 1,5 milioni di euro ogni anno, oltre un terzo delle entrate disponibili. Per questo l’Amministrazione si è assunto l’impegno di onorare i vecchi debiti con accordi di rateizzazione triennale, che per il 2015 hanno comportato la necessità di individuare risorse aggiuntive per circa euro 500mila euro, oltre alle necessarie coperture per tutti i nuovi affidamenti e le spese da sostenere per la gestione corrente. “Inoltre -ha proseguito Rossi -con l’assestamento di bilancio, abbiamo dovuto gestire minori entrate per euro 280.000 relative ai trasferimenti previsti per i Comuni del cratere sismico, comunicate ed erogate solo recentemente. Insomma solo attraverso la consapevolezza e condivisione della difficile situazione finanziaria siamo riusciti ad impostare una gestione rigorosa. Sono state così individuate e realizzate economie di spesa in diversi ambiti (cultura e turismo, manutenzioni, spese generali, associazionismo, illuminazione e riscaldamento, indennità agli amministratori), garantendo comunque un adeguato livello di servizi e mantenendo gli stanziamenti per quanto riguarda il sociale, introducendo criteri di progressività nella definizione delle tariffe per i servizi a domanda individuale”. Con l’assestamento di bilancio sono stati adeguati gli stanziamenti per sostenere le maggiori spese per refezione e trasporto scolastico. L’aumento delle tariffe non ha coperto l’incremento dei costi per il mantenimento di questi sevizi; sono stati inoltre previsti finanziamenti a strutture che svolgono attività importanti per la collettività, quali la Croce Bianca e il Centro Diurno per disabili di Villa Brozzi. Sul fronte delle entrate, con una gestione attiva di imposte e tributi, dopo gli indispensabili aumenti effettuati nel 2014, nel corso del 2015 abbiamo previsto la riduzione della Tasi per la prima casa e agevolazioni per la Tari. «Siamo riusciti ad impostare un’attività di bilancio di cui ci sentiamo orgogliosi –ha concluso Rossi – finalizzata ad onorare vecchie passività e al rispetto di tutti gli impegni assunti con i fornitori. Probabilmente per i cittadini questi aspetti dell’attività amministrativa non hanno la risonanza di un’opera pubblica o della riduzione della pressione fiscale, ma assumono invece un valore inestimabile per la nostra comunità in quanto rappresentano la garanzia che i sacrifici ai quali gli stessi vengono chiamati, sono ben riposti”.

Leave a Comment