Ferito nella lite al bar, aveva violato i benefici del tribunale: torna ai domiciliari

ATRI – Agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Atri hanno notificato a un 24enne di Silvi l’ordinanza di revoca del beneficio dell’affidamento in prova ai servizi sociali e la conseguente applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal tribunale per i minorenni dell’Aquila. Il giovane, con precedenti di polizia in materia di spaccio di sostanze stupefacenti, lo scorso 28 ottobre, era stato ferito all’addome da una coltellata sferratagli da un 59enne, anch’egli di Silvi e anche lui conosciuto alle forze di polizia, nel corso di una lite per futili motivi nei pressi di un bar di Silvi. Nell’occasione, le indigini della polizia avevano permesso di scoprire che la vittima era stato affidato in prova ai servizi sociali nello scorso mese di giugno e dunque aveva violato la disposizione dei giudici: su segnalazione degli agenti del commissariato di Atri, questo beneficio gli è stato revocato con il ripristino degli arresti domiciliari.

Leave a Comment