Cultura: dal Ministero arrivano 4,5 milioni per nove progetti in Abruzzo

TERAMO – "Dopo i 360 mln per il Sud, ne arrivano altri 300 per la tutela del patrimonio culturale". Lo annuncia Dario Franceschini che ha approvato il programma triennale degli investimenti per il patrimonio con 241 interventi in tutta Italia, tra cui 13 mln per la Domus Aurea, 6 per Venezia, 50 mln per la sicurezza nei musei. "La cultura è tornata al centro della politica nazionale". Per l’Abruzzo ci sono 4,5 milioni di euro nell’ambito del programma triennale degli interventi del fondo per la tutela del patrimonio approvato dal ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini. Sono destinati a nove progetti. Si tratta del completamento degli interni e degli apparati decorativi del Castello della Monica di Teramo, per 600.000 euro; della messa in sicurezza dello sperone della chiesa di San Pietro a Rocca Scalegna (Chieti) per 1.000.000 di euro; della ristrutturazione e il restauro post terremoto della chiesa di Santa Maria di Roncisvalle a Sulmona (L’Aquila) per 360.000 euro; della riparazione dei danni causati dal terremoto nella chiesa di Sant’Andrea di Raiano (L’Aquila) per 500.000 euro; del recupero del patrimonio archeologico del centro storico e dei siti dell’Aquila e dei comuni del cratere per 270.000 euro; del potenziamento informatico del polo museale dell’Abruzzo a Villa Frigeri di Chieti per 65.000 euro; della realizzazione dell’impianto fotovoltaico e il rifacimento delle coperture delle aree esterne del museo archeologico La Civitella di Chieti per 1.530.000 euro; del restauro dei fondi archivistici all’Archivio di Stato dell’Aquila per 96.000 euro totali; dell’opera di tutela sul materiale archivistico della sede di Sant’Agostino dell’Archivio di Stato di Teramo per complessivi 75.000 euro. "Si tratta di un investimento di 300 milioni di euro per 241 interventi in tutta Italia – dichiara il Ministro Franceschini – che conferma quanto la cultura sia tornata al centro della politica nazionale. Dall’arte all’archeologia, dalle biblioteche agli archivi, dai musei alle eccellenze del restauro, non c’è settore dei beni culturali che non stia ricevendo un impulso significativo in termini economici e politici da questo governo".

Leave a Comment