Teramo, sul tiro di Scipioni sfuma la speranza del Bonolis (0-0)

TERAMO – (jacopodifrancesco) L’avversario era tosto, il Pontedera è la miglior squadra del girone per rendimento esterno; la prestazione da parte del Teramo c’è stata, eppure prevale il rammarico. Perchè com’è vero che Tonti ha salvato la giornata anche oggi, è anche difficile capacitarsi di come non sia entrata neanche una volta, nemmeno su quel tiro di Scipioni al 92′. 3-5-2 per il rientrante Vivarini, in avanti si rivedono Le Noci e Moreo e Di Paolantonio è confermato largo a sinistra, 3-4-2-1 per Indiani. I biancorossi comiciano con la giusta convinzione, l’inizio del primo tempo vede una squadra rendersi sempre pericolosa ma prima Moreo (dopo un aggancio al cashmere) poi Paolucci non inquadrano la porta. Passata la mezz’ora i toscani hanno preso le misure, Bonaventura apre le danze ma trova pronto Tonti, poco dopo Risaliti va alto di testa da ottima posizione. Si riprende senza cambi e non cambia neanche il copione tattico: il Teramo tiene il campo e alterna con buoni tempi Scipioni e Di Paolantonio, il Pontedera aspetta e cerca di innescare Scappini, ma Caidi lo contiene senza appello per tutta la partita. Tutte le azioni degli ospiti passano dal senegalese Sanè, una forza della natura sulla fascia sinistra, al 53′ riesce a innescare Geminiani e ci vuole un grande intervento di Perrotta a evitare il gol. Le Noci prova a prendere in mano l’attacco, Paolucci trova pronto Cardelli e ancora il n.10 di testa sfiora l’incrocio. Al 60′ Vivarini scopre le carte, dentro Da Silva e Petrella per Le Noci e Paolucci, Diavolo a trazione anteriore; tutto di guadagnato per Sanè, che innesca per la prima volta Scappini: ancora attento Tonti. Gli ultimi 10 minuti sono un assedio, Di Paolantonio prende il controllo della manovra, Amadio decisamente sottotono, e trova prima Caidi poi Scipioni: entrambi sbagliano gol quasi fatti. Si chiude tra gli applausi del Bonolis, oggi si può recriminare solo per la poca cinicità, ma è stata una prova incoraggiante. Sabato si replica ancora a Piano D’Accio contro l’Ancona, unico obiettivo i tre punti.

Pagelle
Tonti 7 sempre più muro
Scipioni 6,5 sembra sgroppare come una volta, contiene Sadè per quanto gli è possibile
Caidi 6,5 non fa muovere il capocannoniere, ma si magia un gol clamoroso
Speranza 6,5 la solita garanzia
Perrotta 6 bene dietro, male quando serve il suo aiuto per impostare
Di Paolantonio 7 dribbla, crossa e si fa dare di più la palla: sta diventando fondamentale
Cenciarelli 5,5 corre molto in avvio, si spegne alla distanza
Amadio 5 assente
Paolucci 6,5 attento e propositivo
Le Noci 6 più in partita del solito, ma non riesce a incidere
Moreo 6 si sbatte tanto, arrivano pochi palloni
Da Silva 5 entra in partita solo nel finale
Petrella 6,5 quando parte c’è sempre superiorità numerica
Monni 5 sbaglia molto, ma è entrato in una partita complicata

Leave a Comment