I consiglieri regionali del Pd presentano gli investimenti del Piano di sviluppo rurale

TERAMO – Investimenti in immobilizzazioni e materiali, pagamenti agro-climatico-ambientali, sviluppo delle aziende agricole e delle imprese, servizi di base e rinnovamento dei paesaggi rurali: sono alcuni degli obiettivi del nuovo Piano Sviluppo Rurale 2014-2020 promosso dalla Regione Abruzzo per circa 432 milioni di euro. Il progetto sarà presentato a Teramo lunedì 25 gennaio, a partire dalle 18,30, nella sala conferenze dell’Hotel Abruzzi dall’assessore alle Politiche agricole Dino Pepe, dal capogruppo regionale del Partito Democratico Sandro Mariani, dal presidente della VI Commissione regionale “Politiche europee” Luciano Monticelli, e da alcuni tecnici del settore Agricoltura della Regione Abruzzo. Il Psr 2014-2020 prevede: le spese per l’ammodernamento di 980 imprese agricole, contratti a favore dell’ambiente (biodiversità gestione delle risorse idriche e del sottosuolo)per il 20% delle superfici agricole; 700 giovani agricoltori riceveranno, inoltre, un aiuto per l’insediamento iniziale e per l’adeguamento strutturale dell’ambiente, circa  32 mila ettari di terreno saranno interessati ad azioni volte a promuovere il sequestro e la conservazione del carbonio, mentre il 37% della popolazione rurale sarà coinvolta nelle strategie di sviluppo locale. “L’incontro – afferma il capogruppo del Pd regionale Sandro Mariani – sarà orientato a divulgare le misure in favore delle giovani generazioni in primis, ma anche di tutto l’ambiente agricolo, alle istituzioni territoriali ed all’intera comunità teramana. Ritengo – ha concluso il capogruppo regionale del Pd – che una buona azione di propaganda e di informazione del Psr, unitamente al coinvolgimento diretto dei portatori di interesse, costituisca la base sulla quale poter edificare un’efficace azione di rilancio di questo comparto ed economia agricola regionale”.

Leave a Comment