Certificati antimafia, procedure più semplici in prefettura

TERAMO – Ottenere il rilascio di documentazioni antimafia è più semplice per la prefettura di Teramo visto che dal 7 gennaio è operativa la Banca Dati Nazionale Antimafia (Bdna), che semplificherà l’acquisizione delle “comunicazioni” e le “informazioni” antimafia. Con un circolare anche il prefetto Valter Crudo ha comunicato la piena operatività a Teramo della Banca dati, un’innovativa piattaforma informatica del Ministero dell’Interno, che consentirà alle stazioni appaltanti di ottenere, in assenza di cause ostative, l’immediato rilascio della documentazione “liberatoria” antimafia, relativa all’operatore economico inserito nell’archivio del citato sistema informatico. La vigente normativa antimafia prevede infatti che le pubbliche amministrazioni, gli enti, le società e le aziende vigilate o controllate dallo Stato o altri enti pubblici, o concessionari di opere pubbliche, prima di approvare o autorizzare i contratti relativi a lavori, servizi e forniture pubblici, devono acquisire la documentazione antimafia. La Banca dati istituita ha il compito di velocizzare l’iter di rilascio della citata documentazione, previo accredito delle stazioni appaltanti della provincia al sistema informatico, utilizzando la modulistica e con le modalità indicate nello specifico spazio (Procedura Si.Ce.Ant) del sito prefettizio www.prefettura.it/teramo. Dal 1° febbraio l’acquisizione delle “comunicazioni” e delle “informazioni” antimafia avverrà esclusivamente attraverso la banca dati e non sarà dato alcun esito alle richieste avanzate alla Prefettura con altre modalità.

Leave a Comment