Cirsu, la Regione sospende l'autorizzazione e il conferimento dei rifiuti organici

NOTARESCO – La Regione Abruzzo ha avviato del procedimento amministrativo per la sospensione delle autorizzazioni ambientali alla discarica del Cirsu, obbligando il gestore dell’impianto, la ditta Consorzio Stabile Ambiente, la sospensione di tutti i conferimenti di rifiuti, limitatamente alla parte organica, ovvero all’umido e al verde, che derivano dalle raccolte differenziate. Nel provvedimento a firma del dirigente regionale Franco Gerardini – che è anche nominato responsabile del procedimento, si motivano queste decisoni con l’urgenza di evitare il protrarsi delle “violazioni ambientali accertate dal Distretto provinciale di Teramo dell’Arta, come evidenziate nella relazione tecnica e per attuare gli interventi finalizzati al ripristino della funzionalità e sicurezza dell’impianto". Lo stesso ufficio regionale nel provvedimento "si riserva di adottare ulteriori provvedimenti sulle altre linee impiantistiche, confermando il pieno rispetto delle ulteriori condizioni e prescrizioni derivanti“ dalla esistente Aia, autorizzazione integrata ambientale. La verifica delle problematiche riferite ai requisiti posseduti, in termini di valenza giuridica dell’Aia, così come delle criticità impiantistiche ed ambientali, verrà conclusa entro un mese, con l’obiettivo di evitare – si legge nel provvedimento regionale – di predisporre le più adeguate azioni e gli interventi necessari sia per garantire la tutela ambientale e la salute dei cittadini delle aree interessate, sia per scongiurare eventuali emergenze ambientali, considerata la rilevanza pubblica del "polo tecnologico" e l’utenza interessata nel territorio circostante. 

Leave a Comment