Inaugurata una nuova cucina al Di Poppa

TERAMO  – Al Di Poppa – Rozzi è stata inaugurata una nuova cucina, uno spazio di lavoro all’avanguardia dove gli studenti potranno misurarsi con la migliore tecnologia collegata alla preparazione dei cibi e che ha l’ambizione di diventare un vero e proprio ristorante. Questa mattina, a Teramo, alla presenza delle istituzioni, del corpo docente e degli studenti, l’istituto ha presentato i nuovi spazi all’interno dei locali appositamente ristrutturati dalla Provincia con un investimento di 50 mila euro. Dopo la presentazione della dirigente scolastica, Caterina Provvisiero, è intervenuto il presidente Renzo Di Sabatino e l’assessore regionale all’agricoltura, Dino Pepe. Fra i partecipanti anche i consiglieri delegati provinciali, Mauro Scarpantonio e Maurizio Verna. "Per l’istituto si tratta di un ulteriore salto di qualità rispetto ad un percorso formativo e didattico che riscuote molto successo e che indubbiamente offre significativi sbocchi professionali – ha dichiarato il presidente Renzo Di Sabatino – l’Istituto ha molti progetti e questi spazi, tecnologicamente avanzati e in una condizione logistica particolarmente favorevole, consentiranno di costruire manifestazioni ed eventi fino a ieri impensabili: un vera e propria palestra laboratoriale per gli studenti". La scuola si dota di una struttura all’avanguardia – ha spiegato la dirigente Caterina Provvisiero -, la didattica laboratoriale è il fulcro delle attività programmate nell’ambito della nostra offerta formativa. Questa nuova struttura d’eccellenza ci consentirà di formare professionalità d’eccellenza e di mettere in campo nuovi progetti, come il ristorante didattico e sostenere le iniziative di auto imprenditorialità dei giovani talenti locali”. Presenti anche il preside della Facoltà di Agraria dell’Università di Teramo, Dino Mastrocola, insieme ad altri rappresentanti del mondo accademico, i componenti della Giunta comunale e i presidenti, regionale e provinciale, dell’Associazione Cuochi. A portare il saluto sono intervenuti il vicepresidente del Consiglio regionale, Paolo Gatti, il vicesindaco del Comune di Teramo, Mirella Marchese, e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Piero Romanelli.

Leave a Comment