Gli Sharks ad Imola vincono il loro campionato di A2 (74-78)

ROSETO – La Mec-Energy Roseto espugna con una grande prova di squadra il Pala Ruggi di Imola con il punteggio di 74-78. L’inerzia della gara è girata a favore di Imola per i primi 15 minuti, nei quali i padroni di casa sono andati sopra anche di 13 punti, ai quali sono seguiti 15 minuti di basket-spettacolo da parte dei biancoazzurri, che si sono portati fino al +15. Nell’ultimo quarto, i ragazzi di coach Trullo sono stati bravi ad arginare la rimonta dei padroni di casa, a non perdersi d’animo e alla fine sono riusciti a portare a casa la partita. Questo successo, inoltre, permette agli abruzzesi di raggiungere la quota di 24 punti, il che vuol dire salvezza acquisita con ben 10 punti di anticipo. Se Imola si è affidata ai ben 45 punti di Karvel Anderson, particolarmente ispirato quando vede gli Sharks (oggi ha tirato con il 66% da 2 e il 53% da 3), affiancati da 5 rimbalzi e 3 recuperi, Roseto ha trovato ben 4 uomini in doppia cifra: Allen con 14 punti, 8 rimbalzi e 6 assist, Marini e Borra con 13 (quest’ultimo in doppia doppia con 10 rimbalzi) e Ferraro con 11 con 5 rimbalzi e 4 falli subiti.
Il tabellino:
Imola-Roseto 74-78 (23-13, 37-32, 48-57)
Imola: Washington, Sgorbati ne, Maggioli 8, Cai ne, Amoni, De Nicolao 4, Prato 8, Preti 3, Anderson 45, Hassan 4, Sabatini 2 All: Ticchi. 
Roseto: Allen 14, Borra 13, Ferraro 11, Papa, Marini 13, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 9, Marulli 7, Moreno 8, Weaver 3  All: Trullo.
Arbitri: Nicolini, Di Toro, D’Amato. 
Note: Imola, tiri 25/70: 14/37 da 2, 11/33 da 3, 13/18 ai liberi, 38 rimbalzi (11 offensivi), 12 assist, 11 palle perse, 11 recuperate. Roseto. tiri 30/65: 22/41 da 2, 8/24 da 3, 10/14 ai liberi, 44  rimbalzi (8 offensivi), 17  assist, 25 palle perse, 8 recuperate. Spettatori: 1.800.

 

Leave a Comment