Diritti dei pensionati, la Cgil fa tappa nei comuni montani per illustrarli

TERAMO – Il Sindacato pensionati italiani della Cgil di Teramo è impegnato da mesi nella realizzazione del Progetto "Controlla la tua pensione", un’attività finalizzata a offrire chiarimenti e assistenza per il riconoscimento di alcune prestazioni accessorie (integrazione al minimo, assegno al nucleo famigliare, maggiorazione sociale, ecc.) che vengono erogate ai pensionati solo dietro richiesta degli interessati. Per esempio, ci tiene a precisare il segretario generale dello Spi-Cgil di Teramo, Geppino Oleandro, la richiesta degli assegni famigliari potrebbe fare aumentare l’importo della pensione fino a quasi 53 euro al mese e, come previsto dalla legge, si possono recuperare le somme spettanti anche per gli ultimi 5 anni. Visto il successo dell’iniziativa e l’entusiasmo che sta suscitando tra i pensionati è nostra intenzione intensificare l’attività di controllo della "busta paga del pensionato" attraverso una campagna capillare sul riconoscimento dei diritti inespressi. Tale attività, per la conformazione orografica del territorio, non può essere limitata al pur prezioso lavoro delle nostre Leghe nelle camere del lavoro territoriali. «Occorre – si legge in una nota – a nostro avviso raggiungere chi abita soprattutto nei Comuni montani, laddove le condizioni di fragilità degli anziani, in assenza di qualsiasi servizio, si trasforma spesso in un duro isolamento. Per tali ragioni abbiamo deciso di trasformare tale attività in "Metti in moto i tuoi diritti". La campagna partirà il 24 febbraio prossimo a bordo di un camper, messo a disposizione dallo Spi-Abruzzo. La Campagna "Mettiamo in moto i tuoi diritti" farà tappa in quasi tutti i Comuni montani della provincia di Teramo. Si inizia il prossimo mercoledì dal mercato di Montorio al Vomano per ascoltare, informare e sensibilizzare soprattutto i pensionati sulla tutela previdenziale e il controllo della pensione. Durante la campagna itinerante, verrà offerta la possibilità: – di controllare i requisiti per ottenere alcuni importanti prestazioni che potrebbero determinare un aumento dell’importo della pensione; – di conoscere tutte le altre iniziative portate avanti dallo Spi e dalla Cgil soprattutto nei confronti dei propri iscritti; – di partecipare ed esprimersi in merito alla proposta della Cgil sulla "Carta dei diritti universali del lavoro – Nuovo Statuto di tutte le lavoratrici e dei lavoratori". L’iniziativa "Metti in moto i tuoi diritti" proseguirà nei Comuni degli ambiti sociali Gran Sasso e Fino Vomano in concomitanza con lo svolgimento dei Mercati settimanali».

Leave a Comment