Parcheggio ospedale, l'opposizione alla Asl: «Fare di tutto per non riacquistarlo»

TERAMO – Asl di Teramo e Parking Italia risolveranno la questione del valore del parcheggio multipiano dell’ospedale Mazzini davanti a un giudice e nel frattempo la struttura resterà in gestione del privato fino al 30 aprile. E’ stata questa la decisione adottata nei giorni scorsi dall’azienda sanitaria nel contenzioso intavolato con la società privata, visti i ritardi e le difficoltà nel completamento dell’opera e la mancanza di un accordo sul valore di riacquisto del bene da parte della Asl. Sullo slittamento della data di rientro in possesso, intervengono i gruppi consiliari di Pd e Teramo, sperando che in questi due mesi tutti i soggetti interessati si impegnino a valutare tutte le ipotesi percorribili: «Una soluzione – scrivono in una nota i gruppi consiliari – appare necessaria anche per accelerare il completamento di un’opera che al momento rappresenta uno scempio sotto l’aspetto urbanistico, paesaggistico e ambientale e per dare risposte significative a tutti quei commercianti della zona che da troppi anni sono penalizzati dagli errori compiuti, dai ritardi e dalle false promesse. I gruppi consiliari al comune di Teramo del Partito Democratico e di Teramo Cambia confidano nell’impegno del direttore generale della Asl Roberto Fagnano, al quale ripropongono il proprio appoggio di qualsiasi forma e restano fiduciosi anche dell’impegno da parte dell’assessore Regionale alla Sanità Silvio Paolucci, dell’Assessore Regionale Dino Pepe e dei Consiglieri Regionali Sandro Mariani e Luciano Monticelli. «Siamo sicuri che saranno verificate tutte le possibili soluzioni e le azioni svolte finora, risalendo alle responsabilità tecniche e politiche di tale situazione, interamente riconducibili al centrodestra abruzzese alla guida della Asl nelle fasi salienti della vicenda»

Leave a Comment