Crognaleto e Venezia diventano "Sorelle del gusto"

TERAMO – Un gemellaggio nel segno della cultura gastronomica per promuovere le eccellenze del comprensorio del Gran Sasso nella città lagunare. Sulla scia dello storico legame tra la Repubblica di Senarica e la Serenissima nasce il progetto “Il Gran Sasso e la Laguna, Crognaleto e Venezia Sorelle del Gusto”, che vedrà coinvolti in attività di alternanza scuola-lavoro nel circuito alberghiero veneziano gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Di Poppa” di Teramo. Il personale di cucina e lo staff del Di Poppa, coordinati da Patrick Marozzi, Paolo D’Evangelista e Gabriele Bartolacci, è già partito alla volta di Venezia, mentre domani, 10 marzo, è in programma l’arrivo del personale di sala, coordinato da Mario Di Vincenzo, Gianni Ferri e Gianni Calandrini, e della delegazione istituzionale. Venerdì alle 10.30, avrà luogo l’incontro al Comune di Venezia con il sindaco Luigi Brugnaro, seguirà la firma del protocollo d’intesa con l’Associazione Veneziana Albergatori per l’attivazione dei tirocini formativi. Si prosegue alle 19.30, presso il Ca’ Sagredo Hotel, con il Workshop promozionale dei prodotti tipici del comprensorio del Gran Sasso, con la partecipazione dei produttori teramani di olio, vino, tartufi, salumi e formaggi, operatori del settore alberghiero, imprenditori e buyer del settore agroalimentare. Concluderà la fitta giornata di incontri una degustazione di eccellenze locali presso la Sala della Musica dell’Hotel Ca’ Sagredo, sullo sfondo degli affreschi realizzati da Gaspare Diziani e con l’esibizione degli studenti del Liceo Musicale Braga. “Obiettivo principale del progetto, che si inserisce nel contesto di una più ampia collaborazione tra il Comune di Crognaleto e la Città di Venezia – spiega il sindaco di Crognaleto, Giuseppe D’Alonzo – è la promozione in ambito extraregionale delle tipicità del territorio teramano, in particolare dell’entroterra, l’incentivazione delle attività turistiche e di stage formativi che possano favorire l’acquisizione di maggiore competenze dei giovani nel campo della gestione delle attività ricettive”. “Altro punto di forza del progetto – sottolinea la dirigente scolastica dell’Istituto “Di Poppa-Rozzi”, Caterina Provvisiero –, che vede coinvolti in prima linea personale e studenti dell’alberghiero, è l’alternanza scuola-lavoro, grazie ad un protocollo d’intesa che andremo a firmare con l’AVA, l’Associazione Veneziana Albergatori, per dare l’opportunità ai nostri ragazzi di intraprendere specifici percorsi formativi all’interno del circuito alberghiero veneziano”. L’iniziativa è supportata dal Bim presieduto da Franco Iachetti.

Leave a Comment