Sgominata gang albanese della cocaina: spacciavano con i figli piccoli VIDEO

TERAMO – Dieci ordinanze di custodia cautelare, di cui 6 in carcere e 4 misure di obbligo di dimora con contestuale obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, tutte rivolte nei confronti di altrettanti albanesi. È il bilancio dell’operazione Elio, svolta dal reparto operativo dei Carabinieri di Teramo e coordinata dal pm Andrea De Feis, e che ha portato al sequestro di ingenti quantitativi di cocaina per un valore sul mercato di 500 mila euro. L’operazione, illustrata questa mattina in Procura, fa parte di una più vasta indagine contro lo spaccio di stupefacenti sul territorio, e per il procuratore dimostrerebbe come sul territorio siano presenti vere e proprie ramificazioni criminali, prevalentemente di etnia straniera, dedite allo spaccio di grandi quantitativi di droga. Per quanto concerne l’operazione odierna nel corso dei mesi sono stati effettuati diversi sequestri, sia di cocaina che di hashish, che hanno interessato prevalentemente capoluogo e frazioni, con l’identificazione di decine clienti tra cui molti giovani, professionisti, ma anche operai, baristi, persone insospettabili. Tra questi anche due fratelli che da soli, nel corso di un anno, avrebbero acquistato ben 30 mila euro di cocaina. Nel corso dell’operazione, che si è avvalsa anche di intercettazioni e pedinamenti, alcuni degli indagati (quattro dei quali sono fratelli) sono stati ripresi mentre spacciavano in presenza dei figli di 2 e 3 anni. Gli indagati, tutti residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno, erano per gli investigatori veri e propri professionisti dello spaccio.

Leave a Comment