Housing sociale, il Comune pronto a conferire le prime due palazzine

TERAMO . Il sindaco Brucchi rende noto che da un incontro che si è svolto ieri a Roma nella sede della Società Investire Immobiliare, sono emersi decisivi impulsi per lo sviluppo definitivo del progetto di Housing sociale. L’incontro era stato convocato per verificare le ultime procedure amministrative da adempiere, necessarie ad avviare le fasi tecniche e garantire l’inizio dei lavori nel più breve tempo possibile. Punto di partenza del confronto, è stata la condivisa ed unanime considerazione dell’importanza, anche in termini strategici, del progetto, che è denominato “Housing Sociale dell’Italia centrale”, nel quale sono coinvolti i Comuni di Ascoli e Teramo; contestualmente è stato ribadito, il rilievo cruciale dell’intervento sugli immobili di via Longo, sia per la collocazione urbanistica degli stessi sia per la orami necessaria azione di riqualificazione del complesso le cui condizioni manifestano l’urgenza di un intervento. Il progetto unico nel quale sono compresi l’ERP, l’Housing sociale e il canone libero, ha una particolare valenza sociale, perché sviluppa un discorso di integrazione tra diversi strati della società ed assume un rilievo esemplare, visto che è il secondo del suo genere dopo analoga attività svolta a Modena. Seppure in leggero ritardo rispetto al cronoprogramma il Comune è pronto al conferimento delle prime due palazzine; quindi – in collaborazione con l’ATER, alla luce della apposita convenzione – si avvierà a liberare le rimanenti tre, secondo un piano che nei prossimi giorni verrà stilato con Investire Immobiliare. Contestualmente, verrà stilato il cronoprogramma che prevede i passaggi urbanistici che porteranno alla consegna dei lavori. Al confronto con i vertici della società, erano presenti per l’amministrazione comunale il Sindaco Maurizio Brucchi, l’assessore all’urbanistica Mario Cozzi e l’ingegnere Gianni Cimini, responsabile dell’ufficio Urbanistica e Pianificazione Territoriale; sono intervenuti anche la Presidente della Fondazione Tercas, Enrica Salvatore, ed il vicepresidente della Cassa Depositi e Prestiti, Mario Nuzzo. «Tra qualche settimana» ha detto Brucchi «con atto notarile, verrà siglato l’avvio delle procedure tecniche che porteranno finalmente all’inizio dei lavori. Un progetto così importante, che riversa circa 18 milioni di euro di fondi pubblici nel nostro territorio, ha bisogno del sostegno di tutti. A nulla servono le grida di allarme che provengono da qualche sprovveduto consigliere di opposizione, il quale evidentemente non ha cuore il bene della città ma solo le proprie aspirazioni politiche».

Leave a Comment