Nello spogliatoio Vivarini confessa la sua amarezza

TERAMO (jdf) – Vivarini non nasconde che questo punto gli sta stretto, ma ha parole d’elogio per i suoi ragazzi: «Siamo stati bravi in ampiezza e anche col cambio di modulo abbiamo rischiato meno di quanto ci si aspettava, è mancata solo la zampata giusta. Questa è la fotografia di una stagione particolare, ora dobbiamo solo pensare partita per partita, lo facevamo anche l’anno scorso». Parlando dei singoli, è piaciuta particolarmente la prestazione di Cecchini, titolare inatteso in una posizione nuova: «È stato bravo, dà sempre tutto e ha rispettato compiti a cui non è abituato. Mi sono dispiaciuti i fischi a Forte perché dà sempre tutto, uscirà da questo periodo. La Carrarese è una squadra che domina l’avversario, ma la partita l’abbiamo fatta noi. Ho pensato anche a un inserimento di Paolucci, ma Brugaletta era sfinito».
È contento del risultato mister Remondina, che lancia anche una frecciata alla sua società: «Visti i risultati, l’attaccamento che stanno dimostrando la squadra e la piazza di Carrara non ci meritiamo questo (in settimana si è dimesso il Cda). Oggi abbiamo fatto la nostra partita ma la forza del Teramo ha avuto la meglio. Senza i problemi iniziali, ora non sarebbe in quella posizione».

Leave a Comment