"City Help", buoni spesa comunali pagati dalla Fondazione Tercas

TERAMO – Si chiama "City Help" e ha l’obiettivo di intervenire per sostenere le famiglie teramane in difficoltà. E’ il progetto finanziato dalla Fondazione Tercas, del Comune di Teramo, che mette a disposizione voucher per la spesa alimentare per single e nuclei famigliari. I requisito minimo per poter accedere a questa iniziativa è un reddito Isee di tutta la famiglia al di sotto dei 6mila euro. Le domande possono essere presentate al Comune (moduli scaricabili sul sito web del comune o presso l’Urp comunale o all’assessorato al sociale in via D’Annunzio) entro le ore 13 del prossimo 8 aprile: da oggi è possibile anche ai supermercati e agli esercizi commerciali poter chiedere di partecipare all’iniziativa. I voucher – come spiegato oggi dall’assessore comunale al sociale, Valeria Misticoni -, vanno da un minimo di 200 euro (per famiglia con un solo componente) a 600 euro massimo, prevedendo una somma di 100 euro a testa per ciascun figlio a carico o disabile; possono essere spesi entro la fine dell’anno: dopo il 31 dicembre non saranno più validi e non potranno essere nè rimborsati nè convertiti in denaro. «Ringraziamo la Fondazione Tercas per questo sostegno con il quale cerchiamo di andare incontro alle esigenze di prima necessità delle famiglie più bisognose – ha detto l’assessore Misticoni -: ricordo che presentano una limitazione, ovvero che possono essere spesi solo per acquisti di generi alimentari e prodotti per l’infanzia ma non per tabacchi, alcolici e superalcolici».  

Leave a Comment