Concorso Oss, Mercante interroga D'Alfonso e Paolucci

TERAMO – Approda sul tavolo dell’assessorato regionale alla sanità e della presidenza della giunta la vicenda del concorso per 56 posti di Operatore socio-sanitario della Asl di Teramo, prorogato proprio nell’imminenza della scadenza dei termini di partecipazione. Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Riccardo Mercante ha infatti depositato un’interrogazione al governatore Luciano D’Alfonso e all’assessore Silvio Paolucci: «La Asl di Teramo – ha spiegato Mercante – presenta da diversi anni una cronica carenza di personale a tutti i livelli: da quello medico e infermieristico alle figure di supporto. Carenza colmata attraverso continue assunzioni a carattere temporaneo che non sono in grado di assicurare né continuità ed eccellenza dei servizi né, tantomeno, la crescita professionale del personale dipendente. Il concorso bandito lo scorso mese di novembre avrebbe dovuto colmare, in parte, queste lacune. Purtroppo la proroga dei termini al 26 aprile, adottata in tutta fretta nel giorno di scadenza del bando, ha fatto sorgere molti dubbi sulla correttezza delle procedure seguite. Soprattutto per la mancata individuazione del 17 marzo, termine inizialmente previsto, quale data di riferimento per il possesso dei titoli». Mercante chiede chiarezza trattandosi di un concorso pubblico che mira «a selezionare i migliori, visto che si tratta di personale che verrà impiegato nell’assistenza ai malat». Oltretutto, fa notare Mercante, a giugno scadranno i contratti a tempo determinato del personale che attualmente presta servizio presso la Asl di Teramo, contratti non prorogabili, e per quella data potrebbe essere molto difficile riuscire a concludere le procedure selettive.

Leave a Comment