Volano nel canalone, illesi tre escursioni ternani ai Prati di Tivo FOTO

PRATI DI TIVO – Illesi, dopo un volo di circa 400 metri, lungo il canale Sivitilli nei pressi della seconda spalla del Gran Sasso e fino ad una balconata a strapiombo di un centinaio di metri sopra al Pilone di mezzo. Tre escursioni di Terni, – due uomini di 58 e 66 anni e una donna di 28 -, possono davvero dirsi fortunati e due volte nello stesso tempo. Si erano avventurati lungo il pendio del versante teramano del Gran Sasso attrezzati sì, ma con i ramponi riposti negli zaini. Questo non ha permesso loro di aggrapparsi bene sulla neve, scivolando a valle, uno dietro l’altro, sul pendio profondo. La loro caduta per fortuna non è passata inosservata: sono stati visti ‘in diretta’ dal tecnico del Corpo nazionale di soccorsoalpino della stazione di Prati di Tivo che ha dato l’allarme pensano al peggio: non avrebbe mai ipotizzato di trovarli vivi dopo una caduta del genere. Eppure quando è arrivata l’eliambulanza del 118 dall’Aquila e i tre sono stati raggiunti, si è materializzato un miracolo. I tre non solo erano vivi e senza graffi, ma avevano anche scampato il pericolo di essere travolti da una piccola valanga che la loro stessa caduta aveva provocato. L’incidente si è verificato verso le 15. Il personale del Cnsas a bordo dell’eliambulanza ha verricellato i tre, tiportandoli a turno sul piazzale dove sono stati visitati dal medico del soccorso e giudicati in ottime condizioni, a parte il comprensibile stato di agitazione:  stanno tutti bene e hanno fatto rientro a casa con il loro mezzo, senza nemmeno il ricorso alle cure dell’ospedale di Teramo (nelle foto scattate da The doctor, che ringraziamo). Sul posto infatti c’era a disposizione anche un’ambulanza della Croce Bianca che però non è servita. Ancora una volta, un intervento per chi, conoscendo la montagna in questo periodo e con queste temperature, non avrebbe dovuto affrontare quella salita. Ma per fortuna la loro disavventura la possono raccontare.

Leave a Comment