Il gruppo Gabella-Facciolini chiude l'acquisto della Pap

TERAMO – L’azienda più importante della famiglia Randi ha cambiato proprietà da una settimana. A rilevare l’attività con sede nel nucleo artigianale di San Nicolò che occupa circa 260 dipendenti e produce pasti pre confezionati e servizi per la ristorazione, la società FGF Opere, che gestisce già analoghe aziende, di più piccole dimensioni come la storia panetteria Alberto il Fornaio, in contrada Fiumicino e il bar San Matteo di fronte alla prefettura teramana. La nuova compagine societaria (formata dall’esperto Vincenzo Gabella, dai fratelli Angelo ed Ennio Facciolini – ceramisti di fama a Castelli, il secondo con una esperienza di candidatura alla Regione con Scelta Civica – e Paolo Zippi, anche lui nell’industria ceramica) ha fatto il suo ingresso in società, rilevando l’intero pacchetto azionario detenuto fino a qualche giorno fa al 90 per cento da Bruno Randi, proprietario del 1990 della Pap, nata nel 1982. Nei piani industriali della nuova proprietà, come ha riferito a emmelle.it Vincenzo Gabella, il consolidamento della posizione di mercato della Pap, ma anche la piena disponibilità a fare il possibile nel destino delle 41 persone impegnate fino al 31 marzo con l’agenzia interinale Etjca nel servizio di distribuzioe pasti alla Asl di Teramo. Il servizio – un appalto centralizzato per l’intera Asl teramana da 29 milioni di euro per 8 anni – è stato di recente aggiudicato al ribasso proprio alla Pap Ristorazione srl. Proprio i rappresentanti della nuova società saranno domattina all’incontro con i sindacati e il prefetto, nel corso del sit-in dei 41 precari: un sit-in che il caso vuole tenersi in largo San Matteo, proprio davanti a una delle attività gestite dalla nuova proprietà FGF Opere.

Leave a Comment