Stalking: dopo le minacce e l'arresto, ora la condanna per un 59enne camplese

TERAMO – Incurante del divieto di avvicinamento dei confronti della ex aveva continuato a minacciarla e molestarla tanto da finire ai domiciliari con l’accusa di stalking. Accusa che questa mattina, al termine del processo davanti al giudice Flavio Conciatori, è costata ad un 59enne di Campli una condanna ad un anno e tre mesi e a 6.000 euro di multa. I fatti contestati all’uomo risalivano allo scorso anno quando dopo continue minacce e molestie la ex aveva deciso di denunciarlo. Da qui il divieto di avvicinamento, che l’uomo aveva però violato. Tanto che il Pm Laura Colica, titolare del fascicolo, aveva chiesto ed ottenuto che il 59enne fosse posto ai domiciliari. Oggi la condanna, con il pm di udienza che aveva chiesto una pena di due anni.

Leave a Comment