Compra 22 quintali di olio e li paga con due assegni rubati

TERAMO – Aveva comprato 22 quintali di olio da due produttori di Canzano e di Castelnuovo Vomano, pagando la somma di circa 14mila euro con due assegni di un istituto di credito francese che però recavano una firma non conosciuta dalla banca. E così lui, 69enne di Montesilvano, ha ritirato decine di lattine di olio e i produttori sono stati truffati. Qualcosa però non aveva previsto: che uno dei due truffati, nei giorni scorsi, riconoscesse nei pressi di San Nicolò il furgone che presso la sua ditta aveva ritirato la fornitura e chiamasse il 113. Gli agenti della volante sono intervenuti e hanno identificato il conducente, riconosciuto e denunciato dalle vittime. In tasca l’uomo aveva due assegni in bianco di Poste Italiane che la successiva indagine della Polizia ha verificato essere di casertano che ne aveva denunciato lo smarrimento. Sono in corso ulteriori accertamenti per individuare il complice che insieme al 69enne pescarese ha intessuto le trattative con i produttori ed ha provveduto al ritiro delle lattine dell’olio presso le aziende degli stessi, nonché eventuali legami con altri soggetti che gli abbiano procurato gli assegni in bianco di Poste Italiane. 

Leave a Comment