«Taglio dell'erba in scuole e parchi gioco, poi toccherà al lungofiume»

TERAMO – Il Comune di Teramo ha avviato gli interventi di sfalcio dell’erba secondo un programma dh riguarderà diverse zone della città, interventi irrinunciabili, visto lo stato di difficoltà creato dalla presenza di erbacce un pò dappertutto. Lo ha confermato l’assessore comunale alle manutenzioni, Rudy Di Stefano, che ha riferito come la priorità è stata data alle scuole e parchi gioco, con l’approssimarsi delle giornate in cui gli spazi verdi attorno agli istituti vengano sempre più utilizzati dai bambini, ed entro questa settimana questo passaggio sarà completato. «Successivamente – ha spiegato Di Stefano – ci concentreremo sul parco fluviale; è chiaro però che rispetto al passato in queste zone qualche criticità in più rispetto al passato c’è». Di Stefano si riferisce anche ai mezzi economici a disposizione: «Siamo passati da un fondo di circa un milione di euro per la manutenzione del verde, a circa 400mila, in cui è ricompreso anche il decespugliamento stradale. L’amministrazione comunale però – ha aggiunto l’assessore alle manutenzioni -, garantirà comunque il taglio dell’erba un pò dappertutto oltre a scuole e parchi gioco, anche in altre aree e nelle frazioni, dovremo ‘contare’ gli interventi per rientrare nelle somme a disposizione». La nuova filosofia, dunque, che varrà anche per il parco fluviale, sarà di «ritardare un pò l’intervento di taglio in modo da fare meno passaggi e risparmiare così denaro: sono certo – ha concluso Di Stefano – che i cittadini comprenderanno questo». 

Leave a Comment