Addestrava sei cani da caccia in area protetta del Parco: denunciato

ROCCA SANTA MARIA – Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato dells stazione di Rocca Santa Maria, sotto il comando del Coordinamento territoriale per l’ambiente della Forestale di Assergi, hanno sorpreso un uomo intento ad addestrare cani da caccia in zona 1 del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, a Valle Fredda di Macchia Sole, nel Comune di Valle Castellana. L’uomo è stato colto in flagranza alle prime luci dell’alba durante un servizio di controllo finalizzato all’antibracconaggio, mentre incitava i suoi sei cani da caccia a braccare in un’area particolarmente frequentata da animali selvatici (lepri, cinghiali e caprioli). Dopo un lungo appostamento, gli agenti della Forestale lo hanno pedinato in direzione della ‘braccata’ dei cani, che continuavano ad abbaiare seguendo le tracce di animali selvatici; erano infatti visibili a terra impronte fresche di cinghiali e tracce di lepri. L’uomo è stato sanzionato e denunciato alla magistratura per aver violato le disposizioni di tutela in un’area particolarmente delicata e protetta del Parco Nazionale e in cui i livelli di protezione ambientale sono particolarmente rafforzati.

Leave a Comment