Antincendio Asl, la Confsal denuncia: «Rischio sicurezza nei 4 ospedali»

TERAMO – La questione antincendio e sicurezza dei quattro ospedali teramani non si risolve con l’aggiudicazione della mini-gara da un mese alla Gsa. La ‘copertura’ del servizio antincendio, fino ad oggi garantito da oltre 30 persone superspecializzate, con appena un addetto per turno (la gara è per 12 posti) prevista dal nuovo bando, non è stata approvata dalla Confsal, la Federazione nazionale autonoma dei vigili del fuoco che, in rappresentanza degli iscritti del settore ‘sorveglianza antincendio’, ha dichiarato lo stato di agitazione del personale fino a domani sera impegnato con la Gestione servizi associati nella Asl di Teramo. Via dunque alle procedure di raffreddamento e richiesta d un incontro alla presenza del prefetto di Teramo, non escludendo un ricorso alla procura della Repubblica. In ballo, sostiene la Confsal dei vigili del fuoco in una nota a firma del segretario generale Franco Giancarlo, ci sono non soltanto i posti di lavoro di oltre 30 persone ma anche e soprattutto la sicurezza di chi l’ospedale lo frequenta o ci lavora. Ricordando che la Asl di Teramo non è provvista di certificazioni prevenzione incendi degli ospedali di Teramo, Giulianova, Atri e Sant’Omero, e che varie sono state in passato le prescrizioni imposte dal Comando dei vigili del fuoco, la Confsal sottolinea come sia grave prevedere «la presenza di un solo addetto per ognuno degli ospedali, in particolare per quello di Teramo che, già privo del certificato antincendio e in presenza di prescrizioni, conta oltre 400 posti letto!». La problematica sociale relativa ai posti di lavoro dei 30 addetti, da domani sera esclusi dal servizio per scadenza del vecchio appalto, secondo il sindacato autonomo dei pompieri si somma a quella relativa alla sicurezza antincendio di strutture non a norma, con tutti i rischi che derivano per ricoverati, personale e visitatori dei quattro ospedali. Proclamando lo stato di agitazione del personale Gsa in servizio alla Asl di Teramo, la Confsal invita nel contempo il Comando provinciale di Teramo dei vigili del fuoco «a verificare, nella propria funzione di polizia giudiziaria, la corretta consistenza della squadra antincendio, presidio intoccabile per la sicurezza della struttura sanitaria». 

Leave a Comment